Sant’Anna protettrice delle donne incinte

Posted on

A Vinadio sorge il santuario dedicato a Sant Anna, che con i suoi 2035 metri di quota è il santuario più alto d’Europa. Meta di pellegrinaggi già dal XII secolo, quando fungeva anche da riparo per i viandanti che attraversavano i passi montani. Il monastero era inizialmente dedicato a S.Maria Brasca, ma si narra che Sant’Anna sia apparsa a una pastorella per indicarle il luogo in cui doveva essere edificato. Con il tempo la devozione popolare rinominò il santuario che già nel ‘500 risulta dai documenti riferito a Sant’Anna.

Forse non tutti sanno che Sant’Anna, madre della Vergine Maria, è la protettrice delle donne incinte, che a lei si rivolgono invocando tre grazie: un parto felice, un bimbo sano e latte sufficiente per poterlo allevare.

Non è un caso quindi che all’acqua Sant’Anna sia stato dato questo nome: per le sue proprietà di leggerezza e purezza, è stata sempre indicata come un’acqua ideale per l’alimentazione dei bambini, anche dei più piccoli, e naturalmente molto adatta anche alle mamme in attesa, per via delle sue qualità iposodiche, che stimolano la diuresi e aiutano le donne incinte a mantenere il corretto equilibrio di liquidi. E a questo pubblico di “consumatori” speciali, le mamme con i loro cuccioli, la Sant’Anna ha sempre  dedicato un’attenzione particolare, nella cura della qualità, e nell’ideazione di nuovi prodotti dedicati.